Questa estate ho avuto la fortuna di fare una vacanza 2.0 in Val di Fassa insieme ad altri 3 blogger… tra questi c’era anche una foodblogger di indiscussa bravura: In cucina con me.

Che dire… essere in vacanza con una foodblogger è davvero uno spasso, ogni momento dedicato al cibo diventa un pretesto per analizzare: ingredienti, qualità e possibili rielaborazioni. Se andate a cena fuori chiederà al cameriere, al caposala e al capo del caposala cosa sta mangiando e come è stato fatto.

Ogni pausa, sosta o colazione viene allietata da spuntini e snack assolutamente unici come ad esempio i twitbiscotti (se offrite ad un blogger un qualsiasi alimento che ricordi qualcosa che a che fare col web andrà in “brodo di giuggiole”).

 

                 

   

.
Inoltre c’è un’aspetto estremamente pratico dell’essere in vacanza con una foodblogger… sono delle macchine da guerra. La nostra in particolare tempo dieci minuti che eravamo entrati nell’appartamento aveva già scandagliato tutta la cucina, il frigo, le pentole e il forno (constatando la mancanza di quest’utlimo).

Una foodblogger se non fa qualcosa sta male fisicamente, è instancabile… cucina, progetta, pianifica, mette a posto, valuta, rigoverna, sparecchia, lava e sempre col sorriso!!… abbiamo provato con la kryptonite ma niente!

E’ un elemento fondamentale in un “team vacanziero”, scandisce i tempi e si prende cura di tutta la “ciurma”… assolutamente consigliata! Se poi si stratta di In cucina me beh allora è STRA-consigliata!

Mattia Marasco

foto 2 e 3 by tommyonweb