Chi ha la passione della fotografia sa benissimo cosa sia il desiderio profondo quasi fisiologico di fotografare… la smania di scattare. L’istinto di fermare, di raccontare, di far vedere o semplicemente di ricordare. Non si deve essere Capa o Paul Nicklen per sentirlo, basta uno smartphones e la voglia di giocare, eppure è lì, sempre presente, vedi cose che qualcun altro non vede, noti colori e dettagli che a molti passano inosservati .. a volte sono belli, a volte lasciano il tempo che trovano ma non è questo il punto.

Canon-Inspired-Advert

E’ la passione che contraddistingue gli scatti più emozionanti, quelli che più di altri riescono a raccontare qualcosa di preciso ma anche di incredibilmente semplice.

Con il suo spot “Inspired” Canon ha saputo cogliere a pieno questa natura e come fa spesso la racconta con emozione e ironia, rivolgendosi in modo specifico a una nicchia (la tua!) e facendoti sentire parte di essa, come a dire “non ti preoccupare, per il resto del mondo sei un folle ma noi ti capiamo, sei uno di noi e con noi puoi dare libero sfogo alla tua smania senza vergogna“. Segui l’istinto e spingiti oltre, questo è l’insegnamento che lascia questo spot a chiunque sia appassionato di fotografia… o perlomeno che ha lasciato a me.

Proprio in questi giorni ho cominciato il mio secondo corso con Giorgio Magini e Fotografiafirenze.it e non credo sia un caso che questo video sia passato sul mio stream Facebook in questo momento. Giorgio ha ragione quando ci dice “usate la vostra macchina! Avete la fortuna di non dovervi preoccupare di risparmiare rullino o scatti! Quindi scattate!” e anche Canon ci dice esattamente la stessa cosa, fotografate senza limitazioni, senza vincoli o restrizioni… che, a mio avviso, il più delle volte sono soprattutto mentali.

Lo spot, realizzato da un’agenzia di New York, la Grey’s ed diretto da  Nicolai Fuglsig, ha vinto la 65° edizione degli Annual Creative Arts Emmys Award  nella categoria “Outstanding Commercial” a dimostrazione che la pubblicità commerciale non è morta per lasciare sempre più spazio al viral marketing e alle emozioni ma che anzi si può continuare a “vendere” con stile e passione.

Brano colonna sonora dello post: Beautiful Dreamer nella verisone di Rachel Fannan .